Il solitario: breve guida alla scoperta dell'anello simbolo del matrimonio

Il solitario: breve guida alla scoperta dell'anello simbolo del matrimonio

È il classico regalo che il fidanzato sceglie di donare alla propria consorte non appena si rende conto che è giunto il momento di porle la fatidica domanda: mi vuoi sposare? Il solitario è un anello di antichissima tradizione e di rara bellezza. Proprio per questo la sua fama è solida come il diamante che ne costituisce l'unicità.

Storia e simboli dell'anello solitario

La storia dell'anello solitario cominciò nel lontano 1447. All'epoca l'arciduca Massimiliano d'Asburgo regalò a Maria di Borgogna un anello d'oro e diamanti. L'intento era di sfruttare il fascino dell'anello solitario per sposarla. Ma fin dai tempi più remoti donare una pietra preziosa equivaleva alla messa a punto di un contratto, non per forza legato alla promessa d'amore. Col passare dei secoli, l'anello solitario finì per simboleggiare esclusivamente il vincolo del matrimonio.

Tradizione anello solitario

La tradizione introdotta nel '400 è rimasta viva e invariata nei secoli, al punto che ora regalare un anello solitario è una vera e propria tappa di riconoscimento di un legame sentimentale. L'anello di fidanzamento ideale è proprio un anello solitario con diamante al centro, e il suo simbolo è universale.

Perché viene scelto il solitario come anello di fidanzamento?

La popolarità del solitario è data sia dalla tradizione dell'anello che dal pregio del diamante. Il diamante, per tradizione, ha un significato positivo. Simboleggia purezza, passione e un senso di infinito, esattamente come infinito dovrà essere il legame amoroso dei futuri sposi.

Il solitario anello con diamanti

L'anello si chiama solitario per la presenza di un unico diamante incastonato in esso. Il costo del diamante è proporzionato a tutta una serie di fattori: caratura della pietra, colore, purezza, taglio. Sono proprio queste caratteristiche a far sì che gli anelli solitari abbiano costi tanto diversi tra loro.

Non solo il diamante: solitario con altre pietre

Chi l'ha detto che solo il diamante dovrebbe essere la pietra preziosa di un solitario? Può essere utilizzato come gemma anche il rubino, il quale simboleggia una passione ardente, o lo zaffiro, sinonimo di fedeltà, o lo smeraldo, alter ego del concetto di speranza e di successo che tanto incanta coppiette di amanti felici. Anche l'opale è un'alternativa valida al diamante, e rappresenta l'amore sincero, puro e ostinato alla base dei rapporti famigliari più forti.

 

Ogni anello ha la sua particolarità, e per quanto numerose siano le varianti in gioco, scegliendo un solitario andrete sempre sul sicuro. Ricordatevi di selezionare quello giusto in base ai giochi simbolici delle varie pietre preziose.

Postato il 07/08/2017 GDV Magazine 598

Archivio

Categorie del blog

Ricerca

Visti recentemente

Nessun prodotto

Ricerca

Menu

Confronto 0
Menu