Anelli di fidanzamento, quale scegliere?

Anelli di fidanzamento, quale scegliere?

È il gioiello per eccellenza, una promessa d’amore eterno che ogni donna sogna di ricevere nella sua vita: il celebre anello di fidanzamento, che sia un solitario, un trilogy o un eternity sarà sicuramente fonte di una grande emozione.

La tradizione di regalare un anello come promessa di amore eterno ha origini molto antiche, in particolare viene legata all’Arciduca Massimiliano d’Austria che donò nel 1477 un solitario con diamante a Maria di Borgogna come promessa di matrimonio.

La scelta più classica di tutte ricade quindi sul solitario, un prezioso diamante al centro di una montatura in oro bianco dalle linee morbide e sinuose, il significato è chiaro e preciso: la singola gemma rappresenta la forza del legame e la preziosità del sentimento tra le due persone.

Al secondo posto nella classifica degli anelli di fidanzamento più comuni ritroviamo il  trilogy, modello tra i più classici e desiderati, composto da tre diamanti gemelli di taglio brillante. Il significato di questo gioiello è molto romantico e profondo, infatti, le tre pietre rappresentano l’eternità di uno straordinario messaggio d’amore: “Ti ho amata”, “Ti amo”, “Ti amerò per sempre”. L’altro significato di questo gioiello è altrettanto romantico e legato al numero tre che in questo caso rappresenta la forza, la purezza e l’amore. 

Ultimo ma non meno romantico è l’anello eternity, una veretta di diamanti a giro completo. Il significato anche per questo modello è molto romantico e rappresenta perfettamente la promessa di un amore infinito come la sequenza di gemme presenti sulla montatura. Per quanto riguarda la scelta delle pietre per questo modello possiamo optare per la più classica in diamanti taglio brillante ma anche considerare varianti più moderne e colorate come zaffiri rosa oppure rubini.   

Dove indossare l’anello di fidanzamento?

L’anello della promessa va tradizionalmente indossato nell’anulare della mano sinistra, dove in futuro verrà portata la fede nuziale. La ragione della scelta di tale posizione è molto romantica, si narra infatti che in questo dito passi una piccola arteria chiamata “vena amoris” che attraversa tutto il braccio arrivando direttamente al cuore. L’anello di fidanzamento verrà spostato nell’altra mano solo per un giorno, quello del matrimonio per dare spazio a un gioiello ancora più importante e significativo; i due poi potranno essere indossati insieme sempre nell’anulare della mano sinistra.

Postato il 16/02/2018 GDV Magazine 538

Articoli correlati

Le fedi nuziali - Usanze e tradizioni

La fede nuziale, simbolo dell’unione delle anime dei due sposi in un romantico intreccio, ritrova le sue origini...

Archivio

Categorie del blog

Ricerca

Visti recentemente

Nessun prodotto

Ricerca

Menu

Confronto 0
Menu